Z come zafferano

Z come zafferano

Valencia

Ultimo giorno di aria, con le mie amiche decidiamo di fare un salto al Mercado Central prima di prendere l’aereo per tornare a casa. Così, con le valigie già in mano entriamo alla scoperta delle prelibatezze valenciane.

Il volo era previsto per il primo pomeriggio, a mezzogiorno avremmo dovuto avviarci, diciamo che non è andato tutto secondo la tabella di marcia.

La nominata per fare da portavoce sono io, l’unica che parlotta lo spagnolo e ha la faccia tosta di parlare anche con i sassi.

Mi dileguo, le abbandono per circa quaranta minuti, seguo una voce che spiccava fra le altre e, come rapita, osservo da lontano l’origine del suono.

Uno dei commercianti parla a voce alta con un gruppo di turisti, decantando la qualità del suo oro: lo zafferano!

In disparte ascolto la maestria con cui vendeva, scaglionando con sincerità uno a uno i motivi per comprare da lui e non da altri.

Mi richiama a sè con un gesto, i turisti sono andati via, mi chiede se conosco lo zafferano, rispondo che tutti lo conoscono, lui ribatte che il vero zafferano costa troppo per conoscerlo davvero.

Mi racconta, sforzandosi di non usare termini spagnoli troppo tecnici, di come avviene il raccolto, il periodo, di quanto più giovane è lo zafferano più è pregiato, mi dice che quest’anno è faticoso vendere, la stagione è stata scarsa, quindi non ha zafferano fresco da vendere.

Lo interrompo, “Perché racconti queste cose proprio a me?”, ridendo dice che lo stavo “spiando”, ma sembravo curiosa. Giusto! Sono molto curiosa, voglio cogliere sempre quel particolare che mi lasci un segno. Francisco sicuramente mi ha dato quel dettaglio che mi mancava, mi avvio finalmente verso l’uscita, ma dimentico qualcosa: le mie amiche!

Abbiamo girato in tondo prima di ritrovarci, corriamo per non perdere l’aereo, riusciamo a salire poco prima che si chiuda il gate, penso: “Peccato!”

Forse non sarebbe stato così male perdere il volo.

@merypellizzi

Commenti
  1. Brava Mery, è importante saper cogliere questi attimi, peccato solo per le amiche abbandonate.

  2. Come sempre, ho il piacere di leggere articoli personali e per niente scontati.
    Complimenti!
    Sono proprio queste piccole che ci rendono immensi dentro. Tutti quei piccoli particolari che porterai con te e che avrai piacere a raccontare ai tuoi cari.

  3. Ogni persona che incontriamo in quell’angolo di mondo ci da quel dettaglio che ci manca, sta a noi coglierlo. Quel dettaglio è un tassello mancante al puzzle della vita.

  4. Sei straordinaria. Come sempre. Come la nostra instancabile voglia di viaggiare.

  5. Coinvolgente come sempre, leggerti e sognare con te è un’emozione!

  6. Come al solito in ciò che scrivi faj passare sensazioni e sentimenti, bravissima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *